Federico Zaza Fotografo Professionista » Fotografo professionista matrimoni cerimonie architettura paesaggi ritrattistca street

Bio

Federico Zaza, fotografo professionista. Vivo a Roma.

La formazione universitaria umanistico/scientifica (psicologia) ed i workshop formativi seguiti (Ag. Contrasto) hanno dato la giusta dimensione alla propensione naturale per la fotografia al cui centro c’è l’uomo, riservando maggiori attenzioni al reportage ed alla “street photography”.

Dal 2009 collaboro con Unicity spa per numerosi lavori su conto di diversi committenti per documentari e spot su Roma e parallelamente con la Regione Puglia ed il Parco Del Gargano per lavori documentaristici e reportagistici sulle arti, lavori e tradizioni del territorio che rischiano di sparire dalla nostra storia e cultura.

Le collaborazioni in ambito culturale spaziano dalla fotografia al video, come ad esempio il montaggio e l’installazione della multivisione presso il Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana nel complesso del Vittoriano, a Roma, o la rifinitura dei file di proiezione dei veri colori dell’Ara Pacis, sempre a Roma, realizzati entrambi per conto di AV Set spa, nel 2009/2010.

Negli stessi anni per conto di Av Set spa e la Fabbrica di San Pietro svolgo diversi lavori di riprese di architettura e riproduzione di opere d’arte presso la Basilica Di San Pietro, oltre che di digitalizzazione, ritocco, restauro ed archiviazione di parte dell’Archivio Fotografico della Fabbrica stessa, tutto finalizzato alla realizzazione di una mostra internazionale.

Lavoro anche nell’ambito della riproduzione d’arte collaborando con l’associazione dei Cavalieri di Colombo nel 2011, a partire dal 2009 con diverse gallerie e collezionisti privati, oltre che di artisti di cui curo portfolio e foto per diverse pubblicazioni (Francesco Guadagnuolo, Scardamaglia, Petruzzi, etc).

Collaboro, dal 2008, costantemente con diversi registi come Aldo Di Russo, Federico Bruno, etc. come fotografo di scena e backstage, sia nel cinema che nei documentari.

Diverse le pubblicazioni di architettura, a partire dal 2007, a livello nazionale, derivanti dalla collaborazione con architetti e studi di architettura della scena romana.

La fotografia di matrimonio viene sviluppata in chiave assolutamente personale dall’autore.

Evidenti le influenze da altri generi fotografici, pur non essendo ascrivibile ad uno specifico settore.

La naturalezza della narrazione è sicuramente strettamente correlata ad un approccio di tipo reportagistico, ma il linguaggio utilizzato è più ampio ed abbraccia un’estetica ed una struttura formale più variegata e ricca di influenze diverse, come ad esempio la fotografia di architettura.